•  
  •  




Leonardo Chiatti


Leonardo Chiatti nasce nel 1960 a Tuscania (VT), nella splendida cornice storica e naturale della Tuscia (Alto Lazio), terra che ama e da cui non si è praticamente mai staccato, nella quale vive e lavora. Innamorato fin da piccolo della Natura e dei suoi fenomeni, con grande sconcerto dei genitori che avrebbero gradito un figlio più normale, da “grande” la sua scelta professionale è stata la fisica.  Si è laureato nel 1985 al Dipartimento di Fisica dell’Università “La Sapienza” di Roma, discutendo una tesi sullo spin in meccanica stocastica con Marcello Cini.  Il suo interesse si è orientato immediatamente verso le questioni fondazionali della fisica, al cui studio ha dedicato l’intera vita successiva. Ha pubblicato lavori sui concetti fondamentali della termodinamica (identificazione di una classe di apparenti violazioni del II° principio), della relatività ristretta (riformulazione della cosiddetta relatività di de Sitter), della fisica quantistica (riformulazione del concetto di transazione coniato originariamente da Cramer) e della cosmologia (dove è uno dei proponenti del cosiddetto modello dell’“Universo arcaico”).  Ha dedicato molti sforzi all'investigazione di possibili forme di causazione top-down e/o sincronica nel contesto della fisica fondamentale. In questo ambito ha proposto l'ipotesi degli “archetipi”, ancora in attesa di verifica sperimentale, e sta attualmente indagando la sistematica delle particelle elementari con gli strumenti della semiotica Peirceana.

Leonardo Chiatti was born in 1960 in Tuscania (VT), in the beautiful natural and historic location of Tuscia (Alto Lazio), a land he loves and almost never left, in which he lives and works. A lover of nature and its phenomena since childhood, to the great disconcert of his parents who would have liked a more normal son, when "grown up" his choice of career was physics. He graduated in 1985 from the Department of Physics, of University "La Sapienza", Rome, with a thesis on spin in stochastic mechanics, with Marcello Cini. Since the beginning his interest was oriented toward the foundational questions of physics, to the study of which he dedicated his entire successive life. He published works on fundamental concepts of thermodynamics (identification of a class of apparent violations of the second principle), on relativity (reformulation of the so-called De Sitter relativity), on quantum physics (reformulation of the concept of transaction originally introduced by Cramer) and cosmology (where he is one of the proponents of the so-called model of the ''archaic universe"). He has devoted much effort to the investigation of possible forms of top-down and/or synchronic causation in the context of fundamental physics. In this ambit, he proposed the hypothesis of "archetypes," still waiting for an experimental verification, and is currently investigating the systematics of elementary particles, using the tools of Peirce's semiotics.